La mobilità dolce, chiamata anche “mobilità sostenibile”, punta l’obiettivo tanto sulla realizzazione di piste ciclabili quanto su quella di strade bianche e destinate a percorsi pedonali. L’espressione identifica infatti modalità di spostamento più rispettose della natura e per questo finalizzate a ridurre in modo sensibile l’impatto ambientale, sociale ed economico generato dall’utilizzo di veicoli a motore.

Realizzazione IPM Freetime su asfalto.

In pratica, la realizzazione di strade e percorsi per la mobilità dolce offre il vantaggio di abbattere la congestione stradale e dunque l’incindentalità; innalzare il valore delle aree urbane; diminuire attivamente sia l’inquinamento atmosferico che quello acustico.

In un momento storico particolare, in cui il recente decreto Rilancio ha previsto anche specifiche misure per la mobilità sostenibile (articolo 205) e incentivi green, la realizzazione di nuove “corsie ciclabili” tenderà sempre più a incoraggiare l’utilizzo di mezzi di trasporto green, così da ridurre l’impatto sull’ambiente.

Al fine di favorire la realizzazione di piste ciclabili o la riqualificazione di percorsi preesistenti, gli esperti di IPM Italia hanno messo a punto IPM Freetime che, grazie alle sue particolari caratteristiche, garantisce risultati funzionalmente ineccepibili ed esteticamente accattivanti.

IPM Freetime per la realizzazione di piste ciclabili

IPM Freetime è il sistema ecocompatibile progettato dagli specialisti di IPM Italia per la realizzazione o la riqualificazione di poste ciclo-pedonabili. La particolare formulazione a base di prodotti resinosi rende IPM Freetime ideale sia per nuovi percorsi che per il ripristino o il rivestimento di vecchi supporti.

I vantaggi di scegliere IPM Freetime per le piste ciclabili sono numerosi:

  • Il sistema assorbe microlesioni e dilatazioni termiche
  • Garantisce una corretta azione antisdrucciolo anche in presenza di ristagni d’acqua, implementando la sicurezza per gli utilizzatori
  • Può essere applicato anche su fondi umidi
  • Può essere additivato con IPM SANIX
  • Offre un risultato naturale dal punto di vista estetico
  • È disponibile in varie colorazioni e può dunque essere utilizzato non soltanto per creare piste ciclabili, ma anche per evidenziarne la presenza.

 

Realizzare piste ciclabili in contesti rurali? Facile, con IPM Con Aid Green Stab e IPM Green Soil

Se l’obiettivo di progetto è invece quello di realizzare o riqualificare piste ciclabili in contesti rurali, e dunque su strade bianche, IPM Stab e IPM Soil rappresentano due eccellenti soluzioni che coniugano la massima resa visiva con performance di alta qualità.

Stabilizzazione e trattamento antipolvere con IPM STAB.

IPM Stab, parte della linea IPM Green Paving per le pavimentazioni in outdoor, è ideale soprattutto se l’area è particolarmente esposta alle intemperie. Utilizzato per la realizzazione di piste ciclabili, il prodotto incrementerà in modo marcato il fattore della sicurezza stradale dando vita a un terreno totalmente stabilizzato, che non genera né fango né ormai. IPM Stab è consigliato per piste ciclabili in contesti rurali, dove sia richiesta non soltanto un’eccellente funzionalità ma anche una ideale sinergia estetica con l’ambiente circostante.

IPM Soil è invece progettato per strade bianche o naturali che necessitano sia di un miglioramento estetico che funzionale. L’obiettivo di progetto sarà dunque la stabilizzazione del manto stradale in sinergia con una marcata miglioria estetica. Non solo: le piste ciclabili realizzate con IPM Soil si riveleranno anche antipolvere e non soggette alla formazione di fango e ormaie.

Si tratta di un prodotto particolarmente indicato per la costruzione di nuove strade naturali, perché consente di scegliere a progetto la granulometria, il colore e la miscela degli inerti: è dunque consigliato per piste ciclabili all’interno di aree comunali, parchi e riserve naturali.

 

 

Piste ciclabili con IPM GeoDrena®: a Rimini, un progetto di successo 

Anche IPM GeoDrena® è un’eccellente soluzione per la realizzazione di piste ciclabili.

Questo sistema di pavimentazione continua eco-friendly ultra-drenante, progettato per integrarsi in modo armonioso con gli elementi di arredo urbano e il contesto circostante, è stato non a caso scelto per il recente progetto di riqualificazione del lungomare di Rimini, noto anche come “Parco del Mare”: uno spazio completamente libero dalle auto, composto da aree verdi e ciclopedonali, palestre in outdoor, foreste del mare e alberi-fontana.

La selezione della pavimentazione più adeguata giocava un ruolo chiave in un progetto tanto articolato, e IPM GeoDrena® si è rivelato l’opzione ideale per soddisfarne tutte le esigenze. Si tratta infatti di un sistema ad altissima capacità drenante, con inerte naturale a vista di pregio come marmo, porfido o granito, e specificamente studiato per la realizzazione di pavimenti esterni.

La struttura porosa di IPM GeoDrena® garantisce un efficace drenaggio dell’acqua meteorica, eliminando qualunque fenomeno di ristagno o ruscellamento; la sua estetica pregiata impreziosisce il design complessivo del luogo, e la formulazione eco-friendly offre un contributo concreto alla sostenibilità urbana.

Puoi conoscere più in dettaglio il progetto di riqualificazione del waterfront di Rimini alla pagina dedicata.